Glutammina: a cosa serve?

La glutammina viene spesso utilizzata come integratore nei soggetti che svolgono attività con i pesi, per la ricerca dell'ipertrofia, per l'idratazione cellulare, per evitare il catabolismo muscolare e per rinforzare il sistema immunitario. Vediamo cosa c'è di vero.

0
1341

La glutammina (l-glutammina) è un amminoacido, ed è l’ammide dell’acido aspartico, è coinvolta nei processi digestivi ed una sua carenza può portare a facile esaurimento fisico e mentale. Oltre ad essere essenziale per il metabolismo del sistema nervoso, è anche un intermedio basale delle funzioni epatiche e renali. Nei neuroni, infatti, viene convertita in acido glutammico dalla glutaminasi, l’acido glutammico, o glutammato, è uno dei neutrosmettori che ha azione eccitatoria sui neuroni stimolandone la depolarizzazione e quindi il potenziale d’azione.

Non è un amminoacido essenziale, anche se spesso viene trattato come tale soprattutto in casi di malattia o perdita muscolare in seguito ad un trauma.

l-glutammina
Glutammina

La glutammina a cosa serve?

La glutammina viene spesso utilizzata come integratore nei soggetti che svolgono attività con i pesi, per la ricerca dell’ipertrofia, per l’idratazione cellulare, per evitare il catabolismo muscolare e per rinforzare il sistema immunitario.


Glutammina effetti? Vediamo cosa c’è di vero.

Innanzitutto la leggenda che sia molto utile al sistema immunitario deriva dal fatto che la glutammina è uno dei maggiori substrati usati dalle cellule dell’immunità (i leucociti) e contribuisce alla proliferazione di queste cellule. Ma il tasso di crescita e proliferazione di queste cellule avviene con una concentrazione aprrossimativamente di 600umol/L, che è una concentrazione fisiologica nell’uomo, per questa ragione quindi l’integrazione di glutammina non è necessaria per soggetti sani, mentre potrebbe diventare utile con soggetti immunosoppressi a causa di malattia di tipo cronico, anche se sono necessari ulteriori studi per approffondire l’argomento.

Per quanto riguarda l’attività fisica ad alta intensità, si credeva che potesse ridurre i livelli plasmatici di glutammina, mentre si è riscontrato che nel breve periodo il livello è rimasto costante, o addirittura aumentato, anche dopo il danneggiamento muscolare da esercizio eccentrico. Questo suggerisce quindi che un supplemento di glutammina non è utile negli esercizi ad alta intensità o nel sollevamento di pesi.

Al contrario, invece, nelle attività di endurance che superano le 2 ore, si è visto diminuire il livello plasmatico di glutammina. Sia un’integrazione di glutammina, sia un aumento dell’introito proteico dall’alimentazione (nella misura di 20-30g di proteine animali) hanno limitato questa diminuzione e potenzialmente potrebbero quindi ridurre il danneggiamento delle cellule dell’immunità indotto da un prolungato esercizio cardiovascolare. La diminuzione dei livelli di glutammina, infatti, ha diminuito il rilascio dell’interleuchina 6 (IL-6) dai tessuti muscolari, ed un integrazione può quindi preservare il livello di IL-6.

Per quanto riguarda la potenza muscolare, 300mg/Kg di glutammina non hanno modificato la forza in sollevatori di pesi sani rispetto ad un placebo, e gli stessi risultati sono stati ottenuti con un’integrazione di 900mg/Kg.

Per quanto riguarda il ripristino del glicogeno muscolare, ci sono delle evidenze che la glutammina possa velocizzare lo riempimento delle scorte glucidiche muscolari dopo il consumo di carboidrati, ma sono necessari ulteriori studi per confermare questo perchè la letteratura è ancora molto scarna ed a volte contradditoria.

Mentre per quanto riguarda l’aumento della massa muscolare, un’integrazione di glutammina non è utile per l’aumento dell’ipertrofia e quindi della sintesi proteica se confrontata con un placebo che integrava con maltodestrine. Anche l’addizione di glutammina alla creatina od a carboidrati e proteine non ha aumentato i risultati rispetto alle performance senza glutammina, suggerendo quindi che non esistono sinergici che possono aumentarne l’efficacia.


Glutammina: dosi? Quando assumerla

Può essere utile l’integrazione con 5-10gr in una o anche più assunzioni giornaliere, ma non ci sono regole fisse per quando assumerla, servono inoltre ulteriori studi per cercare di capire meglio dosi, effetti ed assunzione.

Vi invitiamo, per una maggior completezza, a proseguire la lettura su http://examine.com/supplements/Glutamine.


Bibliografia

  1. Lehmkuhl M, et al The effects of 8 weeks of creatine monohydrate and glutamine supplementation on body composition and performance measures . J Strength Cond Res. (2003)
  2. Wilkinson SB, et al Addition of glutamine to essential amino acids and carbohydrate does not enhance anabolism in young human males following exercise . Appl Physiol Nutr Metab. (2006)
  3. Lenders CM, et al Evaluation of a novel food composition database that includes glutamine and other amino acids derived from gene sequencing data . Eur J Clin Nutr. (2009)
  4. Amino Acid Analysis (AAARG)
  5. Quantitative Analyses of Glutamine in Peptides and Proteins
  6. Baxter JH, et al Glutamine in commercial liquid nutritional products . J Agric Food Chem. (2004)
  7. Swails WS, et al Glutamine content of whole proteins: implications for enteral formulas . Nutr Clin Pract. (1992)
  8. Alanyl-glutamine counteracts the depletion of free glutamine and the postoperative decline in protein synthesis in skeletal muscle
  9. Lacey JM, Wilmore DW Is glutamine a conditionally essential amino acid . Nutr Rev. (1990)
  10. Is Glutamine a Conditionally Essential Amino Acid?
  11. Gleeson M Dosing and efficacy of glutamine supplementation in human exercise and sport training . J Nutr. (2008)
  12. Fujita T, Yanaga K Association between glutamine extraction and release of citrulline and glycine by the human small intestine . Life Sci. (2007)
  13. Lightfoot A, McArdle A, Griffiths RD Muscle in defense . Crit Care Med. (2009)
  14. Souba WW Glutamine: a key substrate for the splanchnic bed . Annu Rev Nutr. (1991)
  15. Response of glutamine metabolism to exogenous glutamine in humans
  16. Effect of glutamine on leucine metabolism in humans
  17. Boza JJ, et al Free and protein-bound glutamine have identical splanchnic extraction in healthy human volunteers . Am J Physiol Gastrointest Liver Physiol. (2001)
  18. Khogali SE, et al Is glutamine beneficial in ischemic heart disease . Nutrition. (2002)
  19. Wischmeyer PE, et al Glutamine preserves cardiomyocyte viability and enhances recovery of contractile function after ischemia-reperfusion injury . JPEN J Parenter Enteral Nutr. (2003)
  20. Wischmeyer PE, et al Single dose of glutamine enhances myocardial tissue metabolism, glutathione content, and improves myocardial function after ischemia-reperfusion injury . JPEN J Parenter Enteral Nutr. (2003)

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments