Glutammina peptide: serve davvero ?

La glutammina peptide è un tipo di integratore usato nelle palestre. Vediamo all'interno di questo articolo quando utilizzarlo e se è realmente efficace.

0
435

La Glutammina Peptide, un tipo particolare di glutammina, è un integratore proteico originariamente utilizzato esclusivamente per la Nutrizione Parenterale Totale, metodo impiegato in ambito ospedaliero in caso di patologie del tratto gastrointestinale superiore che impediscono la nutrizione convenzionale (“per os”), dove fa parte del trattamento degli stati sarcopenici (mancanza di muscolo) e di cachessia (malnutrizione per difetto), oltre ad avere capacità rigenerative nei confronti della mucosa intestinale.

Glutammina peptide: cos’è?

La Glutammina Peptide, più precisamente Glutammina Dipeptide, è una miscela di due peptidi (ovvero due proteine) molto importanti:

  • L-Alanin-L-Glutammina (Glutammina + Alanina)
  • L-Glicin-L-Glutammina (Glutammina + Glicina)

La prima forma è quella maggiormente approfondita (sia in forma dipeptide che con supplementazione dei singoli aminoacidi separatamente), secondo diversi studi sembra avere un impatto positivo sulle performance sportive sia in ambito di endurance che di esercizi a VO2max, migliorando soprattutto le capacità cognitive e i tempi di reazione, abbinando il dipeptide a una corretta reidratazione dei soggetti presi in analisi (effetto mediato e accentuato dalla concomitante reintroduzione di elettroliti).

glutammina peptidica

In altri casi in cui, invece, è stato indagato l’effetto sulla fatica centrale e muscolare, quest’ultima è stata effettivamente diminuita, ma tra il gruppo che ha ricevuto integrazioni di questo tipo di Glutammina Peptide e il gruppo di controllo non è stata riscontrata differenza in termini di prestazioni. Ulteriori studi hanno riscontrato anche una riduzione dello stato infiammatorio dovuto ad attività di endurance.

In ogni caso va specificato che la sperimentazione su atleti di livello e sui grandi numeri, così come quella sul lungo termine, non è ancora stata messa in atto, quindi le evidenze di effettivi benefici rimangono limitate prevalentemente alla sperimentazione animale.

Glutammina Peptide e glutammina: differenza

La glutammina peptide a livello di farmacocinetica, rispetto alla classica L-Glutammina che ha un maggior assorbimento a livello delle cellule intestinali ma con una presenza meno consistente a livello plasmatico, questa versione in forma dipeptidica permette al contrario di ottenere un maggior passaggio nel torrente circolatorio e, di conseguenza, di far arrivare gli amminoacidi al muscolo scheletrico. Ciò sembrerebbe garantire effetti quali:

  • Prevenzione del catabolismo muscolare a seguito di attività fisica intensa e prolungata
  • Miglioramento delle capacità cognitive e dei tempi di reazione
  • Protezione e ripristino funzionale e strutturale della parete intestinale
  • Modulazione della risposta immunitaria sistemica
  • Stimolazione degli effetti antiossidanti della Glutatione Perossidasi

Glutammina peptide: Quando assumerla

La Glutammina Peptide, nel caso di sportivi che si allenano con ritmi serrati e praticano sport di endurance e ultra-endurance, va integrata in dosi da 1,5 a 4,5 g/die in acqua, preferibilmente suddivise in due somministrazioni (pre e post workout), in modo da migliorarne la tollerabilità. Per amplificarne l’effetto può essere mescolata insieme a integratori di sali minerali. Nell’utilizzo peri-operatorio e post-operatorio invece, soprattutto quando si trattano stati cachettici importanti e grandi ustionati, si utilizzano dosaggi più elevati (anche 1,5 g/kg tramite Nutrizione Parenterale).

Libri consigliati

Per avere una panoramica completa degli integratori presenti sul mercato secondo quanto espresso dagli studi scientifici ti consiglio il libro “Integratori Alimentari: Una guida basata sulle evidenze scientifiche“. Vogliamo dare una lettura più evidence-based dell’argomento per limitare l’assunzione a quegli integratori realmente efficaci, traendo magari netti benefici e perché no, risparmiare spese inutili!

Bibliografia

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments